SOLO GLI ASINI POSSONO CREDERE DI TRONCARE IN DUE LA CULTURA TRA NORD E SUD, Eppure…

0
Da napoletano ho amato la Ortese, …tanto!
Ma anche La Capria, Ghirelli e Luigi Compagnone,… ma chissà quanti, …quanti ne dimentico…?! Ah, …poi ci sono i Rea. Ermanno e Domenico. Qualcuno oserebbe dire che sono autori locali perché campani. Vale anche per Eduardo De Filippo??
Eduardo resta ancora l’autore di fama internazionale che ha rappresentato non solo l’Italia all’estero ma anche l’universo creativo letterario. Da Londra alla Russia divise il successo delle scene con Harold Pinter.
Eduardo come Alda Merini, furono più volte candidati al Nobel.
Insomma sarò pure partigiano per radici ed empatia ideologica ma, resta tuttavia il fatto, che tutti gli scrittori e poeti, non sono una comunità ma un luogo in cui respirare la luce dei pensieri del mondo.
Mai distinto però poeti e letterati del Sud da quelli del Nord per quanto riguarda L’Italia. Come slegare Montale da Quasimodo? Gli italiani dagli stranieri. Come rinunciare a Breton o Kafka? Degas da kandinsky.
Chi si sarebbe sognato ( fossi stato un mago o anche un politico) di prediligere o separare poeti, scrittori, commediografi o artisti tra Nord e Sud!
Credo che sia un concetto semplice e che non occorra dire molto. Non occorrono titoli o competenze o neuroni speciali perché si possa pensare di SPACCARE IN DUE la “Cultura/ Arte”. Chi potrebbe farlo?
Nel 2010 fu capace di farlo Mariastella Gelmini. ( si proprio quella del tunnel di 738 Km …dei neutrini tra l’Abruzzo e la Svizzera) Forse siamo solo sfortunati con i riformatori della scuola noi utenti martiri.
Questa Ministra dell’Istruzione , prima di lasciare fa l’ultimo dei suoi decreti. Il D.PdR del 15.03.2010,n.89 l’articolo 2, commi 1 e 3 declama:
“Indicazioni nazionali riguardanti gli obiettivi specifici di apprendimento concernenti le attività e gli insegnamenti compresi nei piani degli studi previsti per i percorsi liceali” CANCELLA TUTTI GLI AUTORI MERIDIONALI DEL ‘900 E SOSTIENE: “ si contemplerà un’adeguata conoscenza di testi scelti tra quelli di autori della lirica coeva e successiva (per esempio Rebora, Campana, Luzi, Sereni, Caproni, Zanzotto, …). Il percorso della narrativa, dalla stagione neorealistica ad oggi, comprenderà letture da autori significativi come Gadda, Fenoglio, Calvino, Primo Levi e potrà essere integrato da altri autori (per esempio Pavese, Pasolini, Morante, Meneghello…)
Sono le linee guida per i docenti che ritiene adatti per gli studenti delle scuole superiori,… evidentemente solo del Nord.
Questo h creato un problema non secondario agli editori: I testi si sono trasformati in “libri ideologici” politici, come quelli di Storia sull’Unità d’Italia e sulle menzogne del Risorgimento.
Si vuole attraverso la formazione scolastica, dare una precisa idea della nazione che escluda il Sud.
MA DOVE SONO ANDATI A FINIRE I NOBEL SALVATORE QUASIMODO E GRAZIA DELEDDA,…CAVOLO?
Dove li ha buttati via gli Elio Vittorini, il grande Leonardo Sciascia ( da cui ho imparato tutto su come gestiscono i poteri invisibili la vita della povera gente) i Serao, le Ortese, Bufalino, il poliedrico Ignazio Silone, Alfonso Gatto, Rocco Scotellaro, e poi Luigi Compagnone, Camilleri, il sorprendente Raffaele La Capria e ancora tanti…
MA CI RENDIAMO CONTO CH’E’ STATO FATTO APPOSITAMENTE??!!!!!!!!!!!!
Cancellare la cultura del Meridione, luogo di felici incontri tra la Magna Grecia e il mondo di quest’altra parte ?? Quella cultura con la quale si raggiunse la massima ricchezza economica e, quindi, s’accrebbe lo splendore in campo culturale ed artistico. Nacque l’ Occidente che riconobbe, che a tutto il mondo veniva donato la letteratura, filosofia e arte. Lo sviluppo e la civiltà delle società moderne.
E’ UN TEMA CHE DOVRA’ ESSERE RIPRESO PERCHE’ 8 ANNI SONO TROPPI. PERSEGUIRE SU QUESTI RITARDI SIGNIFICA SPACCARE ANCHE L’ITALIA E TUTTO IL RESTO…proposito colonialista della Gelmini che ha tentato di nascondere la straordinaria biblioteca di pensieri e bellezza dell’ esistenza dell’uomo d’ogni angolo del mondo.
di Bruno Pappalardo

Comments are closed.