Acerbo (Rifondazione Comunista): discontinuità va chiesta anche al Pd

0

La giornata di ieri ha dimostrato che la cosa che Salvini teme di più è che M5S e Pd non gli regalino il plebiscito. E ancor di più che approvino una legge elettorale proporzionale. È responsabilità storica di M5S e Pd non consentire a Salvini di riprendersi dalla figuraccia che ha fatto in Senato. Per questi è giusto chiedere a M5S discontinuità rispetto ai decreti sicurezza e altre porcherie. Ma discontinuità va chiesta anche al Pd. Dovrebbe smetterla con politiche neoliberiste antipopolari e con l’attacco insensato a misure semmai da implementare e migliorare come quota 100 e reddito di cittadinanza.
Salvini e M5S sono cresciuti dopo anni di governi del Pd che hanno seminato sacrosanto malcontento popolare. Un governo nel segno della discontinuità dovrebbe abolire i decreti sicurezza e il jobs act, tagliare gli stipendi e non il numero dei parlamentari, introdurre patrimoniale e far pagare più tasse ai ricchi per rilanciare stato sociale e occupazione. E mettere in sicurezza la nostra democrazia con una legge elettorale proporzionale. Il Pd avrà il coraggio di fare qualcosa di sinistra?

Maurizio Acerbo, Segretario Nazionale PRC-S.E.

Comments are closed.